Loghi istituzionali Sito Unione Europea Sito Ministero dell'Interno

Vaccinazioni

DESCRIZIONE DELL’ARGOMENTO

Vaccinazioni per adulti

Negli ambulatori dei Servizi di Igiene pubblica è possibile effettuare vaccinazioni alle persone adulte per prevenire malattie come difterite, tetano, epatite A e B, influenza, malattie da pneumococco, meningococco ed emofilo, morbillo, parotite, poliomielite, tifo, tubercolosi, rabbia, rosolia, varicella,febbre gialla, encefalite giapponese, encefalite da zecche, colera.

Si tratta di vaccinazioni raccomandate in situazioni sanitarie, lavorative, familiari a rischio, in occasione di viaggi internazionali, nell’ambito di campagne vaccinali.

Alcune categorie di lavoratori devono sottoporsi per legge alla vaccinazione antitetanica. Si tratta di metalmeccanici, metallurgici, addetti all’edilizia, stradini, cantonieri, addetti alla nettezza urbana, addetti all’allevamento di bestiame.

La vaccinazione contro morbillo, parotite, rosolia è raccomandata nell’età pediatrica, ma può essere effettuata a qualsiasi età, se la persona non ha avuto una delle tre malattie. I bambini ricevono l’invito dalla propria Azienda Usl, ma a qualsiasi età ci si può rivolgere agli uffici vaccinali dell’Azienda Usl per richiederla gratuitamente e senza la prescrizione del proprio medico.

Le vaccinazioni antitetanica e antidifterica, così come l’antimorbillo-parotite-rosolia, sono gratuite per tutti. Sono inoltre gratuite le vaccinazioni praticate alle persone con fattori di rischio individuali o loro familiari, per particolari condizioni lavorative e viaggi per motivi umanitari.

CRITICITÀ

  • Anagrafiche non sempre aggiornate
  • «Campanelli anonimi», difficoltà a recapitare le comunicazioni
  • Scarsa adesione ai programmi da parte dei medici del territorio
  • Alcuni vaccini a pagamento (barriere economiche)
  • Dati di copertura vaccinale scarsi e frammentari
  • Mancanza di una metodologia sistematica per la raccolta dei dati
  • Mancanza di documentazione sanitaria individuale del Paese di origine (necessari accertamenti sierologici)
  • Barriere culturali, linguistiche, burocratiche, amministrative

PROPOSTE PER IL FUTURO

  • Dare maggiore sistematicità e sinergia a quanto è in essere e da programmare
  • Favorire maggiormente le relazioni e rafforzare l’integrazione fra professionisti (MMG ed Ospedale)
  • Promuovere interventi di sensibilizzazione con coinvolgimento di associazioni, enti che operano con gli immigrati per non perdere l’effetto
    protettivo e rinforzare la presa in carico.

 

TEMI PER LA FORMAZIONE

  • Informazione sulla prevenzione e profilassi, in particolare in relazione ai primi ingressi per ricongiungimento, anche per minori

 

 

Questionario sottotema Prevenzione contagio Vaccinazioni