Loghi istituzionali Sito Unione Europea Sito Ministero dell'Interno

Mediazione interculturale in ambito sanitario

Servizio di Mediazione interculturale

DESCRIZIONE DELL’ARGOMENTO

Il servizio di mediazione interculturale provvede:

  • a fornire informazioni sui requisiti e procedure per accedere ai servizi sanitari
  • a fornire traduzioni per facilitare l’uso dei servizi  da parte dei cittadini stranieri
  • alla “presa in carico” (in casi particolari) dell’utente, che viene accompagnato per tutto il percorso interno alla Ausl, fino alla risoluzione del problema

La mediazione interculturale nei servizi sanitari facilita il cittadino straniero a spiegare sintomi e natura del malessere, la propria storia sanitaria e le proprie aspettative. D’altro canto, facilita l’operatore sanitario ad acquisire le informazioni necessarie, a costruire l’anamnesi, ad evitare che i sottintesi culturali compromettano la relazione col paziente e a condividere con quest’ultimo il percorso di cura.

CRITICITÀ RILEVATE

In generale, le barriere linguistiche e le differenze culturali ostacolano e complicano l’accesso ai servizi per i cittadini stranieri e diventano rilevanti incidendo su aspetti profondamente personali che sono:

  • interpretazione della malattia
  • idea della cura
  • concezione del proprio corpo e della salute
  • approccio alla prevenzione
  • la fiducia o meno nella medicina occidentale

In particolare, nell’ambito dell’erogazione del servizio di mediazione interculturale in ambito sanitario si rileva una scarsa conoscenza da parte degli operatori sanitari delle procedure di attivazione del servizio di mediazione linguistico culturale, la carenza di una procedura che permette agli operatori di programmare l’intervento di mediazione attraverso un data base condiviso, la difficoltà di monitorare l’efficienza e l’efficacia del servizio.

 

Questionario sottotema Mediazione interculturale