Loghi istituzionali Sito Unione Europea Sito Ministero dell'Interno

Riconoscimento dei Titoli di Studio e Professionali conseguiti all’estero

REQUISITI RICHIESTI E DOCUMENTI NECESSARI

Requisiti per il riconoscimento dei titoli di studio e delle qualifiche di studio:

  • essere in possesso di un titolo di studio riconosciuto nel proprio paese d’origine;
  • essere in possesso di una qualifica professionale riconosciuta nel proprio paese d’origine.

Documenti necessari richiesti per avere il riconoscimento del titolo di studio o della qualifica professionale:

  • il titolo di studio o la qualifica professionale straniera, in originale;
  • la traduzione ufficiale dei titoli originali eseguita presso un tribunale italiano oppure la Rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese di conseguimento del titolo;
  • la legalizzazione della traduzione ufficiale, a cura della Procura della Repubblica in Italia;
  • il modulo di domanda che può essere di due tipologie: uno per cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia e uno per gli stranieri residenti all’estero (che inviano la domanda per ottenere il visto d’ingresso in Italia per lavoro autonomo o studio).

PROCEDURA IDEALTIPICA

  • Ai fini del riconoscimento dei titoli di studio e delle qualifiche professionali, il soggetto si rivolge a al Punto Nazionale di Contatto, presso il Dipartimento per le Politiche comunitarie: il Centro informa e assiste in materia di riconoscimento delle qualifiche professionali. Oppure al CIMEA – Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche che è la sede nazionale della rete internazionale NARIC per il riconoscimento (accademico e professionale) dei titoli ed informa sulle questioni legate al riconoscimento dei titoli italiani all’estero e su quelli esteri in Italia. Oppure presso i servizi al pubblico della rete degli Euro Info Centres (EIC), ai consiglieri EURES della propria regione e anche alle organizzazioni professionali.
  • Con le informazioni sulla documentazione richiesta, il soggetto raccoglie la documentazione originale dei propri titoli;
  • Il soggetto si reca presso un tribunale italiano per la traduzione dei documenti originali ed ottiene la legalizzazione della traduzione da parte della Procura;

 

  • Per il riconoscimento della qualifica professionale: con la documentazione richiesta, il soggetto presenta domanda presso l’autorità che ha la competenza per il riconoscimento. Ai fini del riconoscimento delle qualifiche professionali conseguite all’estero, sono competenti:
    -Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche giovanili e le attività sportive per le professioni del settore sportivo
    -Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo sviluppo e competitività del turismo per le professioni del settore turistico
    -Ministero titolare della vigilanza per tutte le professioni che necessitano dell’iscrizione in Ordini, Collegi, albi e registri pubblici
    -Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento funzione pubblica per le professioni nella pubblica amministrazione;
    -Ministero della Salute per le professioni sanitarie;
    -Ministero della Pubblica Istruzione per i docenti e il personale amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola;
    -Ministero dell’Università e della Ricerca per il personale ricercatore e per le professioni di architetto, pianificatore territoriale, paesaggista, conservatore dei beni architettonici e ambientali, architetto junior e pianificatore junior;
    -Ministero per i Beni e le Attività Culturali per le professioni del settore del restauro e della manutenzione dei beni culturali;
    -Ministero del Lavoro e della previdenza sociali negli altri casi di professioni regolamentate.

 

  • Per il riconoscimento del titolo accademico: Il riconoscimento del titolo accademico straniero per un determinato titolo accademico italiano è di competenza delle Università. La domanda deve essere presentata completa dei relativi allegati alla Segreteria Studenti della Facoltà presso cui il corso di studio è attivato.

 

  • Per il riconoscimento del diploma: per i diplomi conclusivi dei corsi di istruzione di 1° grado l’autorità competente è l’Ufficio scolastico regionale – ambito territoriale della provincia di residenza, per i diplomi conclusivi dei corsi d’istruzione  di 2° grado è qualsiasi Ufficio scolastico regionale.

 

LACUNE E CRITICITA’ nell’erogazione del servizio/prestazione,

o eventuali AREE DI INTERESSE STRATEGICO (focus sulle conoscenze e competenze dell’operatore)

Le principali criticità emerse dai questionari somministrati agli operatori sul riconoscimento dei titoli di studio e professionali:

  • Complessità nel reperire un quadro generale e certo di riferimento sia in merito alla procedura sia alla documentazione necessaria;
  • Tempi estremamente lunghi dei consolati;
  • Errori di traduzione;
  • Poche competenze sull’argomento;
  • Normativa complessa e mancanza di procedure omogenee;
  • Costi molto alti;
  • Tempi molto lunghi;
  • Carico burocratico.

 

A chi si rivolgono gli operatori per ottenere informazioni:

  • Ente Provincia per i titoli di studio di scuola superiore
  • Uffici di segreteria delle università per i titoli universitari
  • Indirizzi e-mail di contatto del MIUR e CIMEA
  • Siti web
  • Ambasciate

 

Bisogni formativi o strumenti necessari segnalati dagli operatori:

  • Conoscenza del quadro normativo, delle procedure e dei requisiti di accesso per il riconoscimento dei titoli di studio e/o professionali;
  • Semplice conoscenza generale;
  • Conoscenza della mappa dei servizi;
  • Conoscenza degli aspetti legali;
  • Analisi della comparabilità dei percorsi formativi/educativi italiani e stranieri;
  • Informazioni chiare e dettagliate sulle procedure di riconoscimento e sui tempi necessari;
  • Omogeneità delle procedure sia tra regioni italiane sia tra paesi europei.

 

Questionario sottotema riconoscimento titoli (Questionario somministrato)

 

RISORSE UTILI

Sezione del portale ministeriale Integrazione Migranti dedicata al riconoscimento dei titoli di studio e delle qualifiche professionali

Pagina del portale ministeriale Integrazione Migranti dedicata alle “Risorse in rete” per il riconoscimento dei titoli e delle qualifiche