Loghi istituzionali Sito Unione Europea Sito Ministero dell'Interno

Formazione Professionale Finanziata

REQUISITI DI ACCESSO E DOCUMENTI NECESSARI

Requisiti di accesso:

  • aver attestato la propria disoccupazione attraverso la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) presso il Centro per l’Impiego;
  • requisiti specifici del singolo corso riguardanti: sesso, età, residenza, livello di istruzione, conoscenze di base.

Documenti necessari:

  • documenti specifici richiesti dal singolo corso.

PROCEDURA IDEALTIPICA

I principali passaggi della procedura idealtipica di accesso alla formazione professionale finanziata sono:

  • L’utente si presenta al Centro per l’Impiego e attesta il proprio stato di disoccupazione effettuando la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID);
  • Gli operatori del CPI, o di altri servizi di accompagnamento al lavoro, effettuano un colloquio orientativo con l’utente e lo supportano nella scelta di un eventuale percorso di formazione, utile a rafforzare o reindirizzare le proprie competenze;
  • La Regione e le Province, attraverso il Fondo Sociale Europeo e risorse nazionali e regionali, finanziano e programmano opportunità di formazione per adulti inoccupati e disoccupati pubblicizzate attraverso piattaforme come la banca dati regionale dei corsi di formazione Orienter. Anche i corsi della Rete Politecnica (Istituti Tecnici Superiori, percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, percorsi di Formazione Superiore) e del Catalogo Interregionale dell’Alta Formazione sono aperti alla partecipazione di cittadini privi di un’occupazione.
  • L’utente si iscrive al corso di formazione professionale prescelto secondo le modalità ed i requisiti specifici del corso.

 

LACUNE E CRITICITA’ nell’erogazione del servizio/prestazione,

o eventuali AREE DI INTERESSE STRATEGICO (focus sulle conoscenze e competenze dell’operatore)

Le principali criticità emerse dai questionari somministrati agli operatori sulla formazione professionale finanziata:

  • Modalità e requisiti di accesso differenti tra diversi enti di formazione, anche per corsi della stessa tipologia (es. solo alcuni richiedono il possesso della licenza media);
  • Difficoltà per la maggior parte dei disoccupati di sostenere percorsi formativi di lunga durata senza percepire un’indennità sufficiente a far fronte alle necessità economiche;
  • Difficoltà, da parte di molti utenti, nel comprendere l’importanza della formazione professionale nell’aumentare le possibilità di trovare un impiego, anche in una prospettiva di medio periodo;
  • Scarsa offerta di corsi professionali gratuiti per disoccupati;
  • Alto livello linguistico richiesto rispetto a quello posseduto da molti stranieri con necessità di formazione;
  • Titoli di studio deboli e basso livello di competenze generale;
  • Atteggiamento passivo degli utenti nei confronti del servizio pubblico;
  • Mancanza di consapevolezza sulla formazione professionale e sull’avviamento al lavoro;
  • Difficoltà nell’ottenere riscontri sull’esito del percorso o sulla tenuta dei partecipanti segnalati.

A chi si rivolgono gli operatori per ottenere informazioni sulla formazione professionale finanziata:

  • Centri per l’impiego
  • Siti internet di Regione e Provincia
  • Informagiovani
  • Enti di formazione

I bisogni formativi espressi dagli operatori intervistati:

  • Conoscenza della legislazione vigente;
  • Maggiori contatti con i servizi specialistici per stranieri;
  • Maggiore conoscenza delle culture dei paesi di origine dei migranti, per meglio comprendere la loro mentalità lavorativa e poterli orientare al lavoro.
  • Conoscenza delle strutture del territorio operanti nel settore. Conoscere quali risorse esistono per rispondere alle esigenze dei migranti;
  • L’equipollenza dei titoli di studio dei diversi paesi.

 

Questionario sottotema formazione professionale (Questionario somministrato)