Loghi istituzionali Sito Unione Europea Sito Ministero dell'Interno

Quadro normativo regionale

ER scuolaUfficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna – Intercultura e alunni stranieri. Sito in cui è possibile reperire e consultare informazioni e documenti relativi all’educazione interculturale e all’integrazione degli alunni stranieri.

 

legge regionale 12-2003Legge regionale n. 12/2003 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro”.

 

 

legge regionale 2004Legge regionale n. 5/2004 “Norme per l’integrazione sociale dei cittadini stranieri immigrati”, attraverso la quale la Regione Emilia-Romagna ha riconosciuto il fenomeno migratorio come componente strutturale e organica del contesto regionale e si è dotata di uno strumento regolativo per esercitare la piena competenza delle Regioni e degli Enti Locali in materia di integrazione sociale dei cittadini stranieri. Gli articoli 14 e 15 sono dedicati rispettivamente a: “Accesso ai servizi educativi per l’infanzia e diritto allo studio” e “Istruzione e formazione professionale”.

 

protocollo regionale L2Protocollo Regionale sulla Lingua Italiana L2. Il 13 giugno 2011 è stato sottoscritto tra Regione, Prefettura di Bologna (a nome delle Prefetture dell’Emilia – Romagna),  Ufficio Scolastico Regionale, ANCI e UPI, il protocollo per il sostegno e la diffusione della lingua italiana e dell’educazione civica tra cittadini stranieri adulti, approvato con Delibera di giunta regionale. Tale Protocollo d’intesa si pone come obiettivi: sostenere, consolidare e coordinare l’offerta formativa per creare un sistema di corsi che conduca all’attestazione della conoscenza di almeno un livello A2 della lingua italiana; dedicare una particolare attenzione alle persone recentemente immigrazione in Italia; coordinare e qualificare i soggetti che operano in tale ambito, in stretto coordinamento con i CTP territoriali; potenziare la rete istituzionale per una gestione organizzata dell’impatto sul territorio dei nuovi adempimenti normativi; raccogliere, evidenziare e analizzare bisogni, criticità e buone prassi nell’ambito dell’insegnamento della lingua italiana L2.

 

 

ImmagineMateriale informativo e indicazioni normativa in tema di inserimento scolastico degli alunni stranieri, Ufficio Scolastico Regionale Emilia – Romagna, 2011. Il documento contiene suggerimenti operativi per il percorso scolastico di studenti stranieri non parlanti la lingua italiana. Si forniscono informazioni relativamente a: procedura di iscrizione e documentazione necessaria, inserimento nella classe e percorso formativo, valutazione, protocolli di accoglienza.

 

 

patto er - yerzo settorePatto regionale tra Regione Emilia-Romagna e Forum Terzo Settore Emilia-Romagna per il sostegno e la diffusione della conoscenza della lingua italiana ed educazione civica rivolta ai cittadini stranieri adulti, approvato con Delibera di Giunta Regionale  nel 2012. Attraverso tale documento la Regione Emilia – Romagna promuove il coinvolgimento a livello territoriale dei soggetti del terzo settore nella definizione dei fabbisogni formativi e nella pianificazione dell’offerta formativa

 

promozione benessere in adolescenza“Linee di indirizzo per la promozione del benessere e la prevenzione del rischio in adolescenza”, approvate nel 2013. Il documento sottolinea la necessità di costruire alleanze forti tra ente locale, scuola e associazioni del territorio, affinchè la scuola si configuri come il cuore del quartiere, luogo aperto e accogliente che favorisca la partecipazione, la valorizzazione e la diffusione dei saperi, sia formali che informali. Obiettivi primari da perseguire nell’ambito dell’istruzione sono:  il contrasto alla dispersione scolastica dovuta ad una pluralità di motivi specifici; l’assunzione di una prospettiva interculturale come paradigma dell’identità della scuola; lo sviluppo di forme di counseling scolastico; la prevenzione e il contrasto del bullismo e della violenza tra pari.

 

programma integrazione ER 2014-2016Per una comunità interculturale. Programma triennale 2014 – 2016 per l’integrazione sociale dei cittadini stranieri, approvato con Delibera dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna n. 156 del 2 Aprile 2014. La programmazione regionale si concentra intorna a quattro assi strategici: inclusione, equità e diritti, cittadinanza e antidiscriminazione. Le azioni prioritarie finalizzate al raggiungimento di tali obiettivi sono: la promozione e il coordinamento in ambito locale delle iniziative per l’apprendimento e l’alfabetizzazione alla lingua italiana; la mediazione e la formazione interculturale; l’informazione e la conoscenza diffusa dei diritti e dei doveri connessi alla condizione di cittadino di Paese Terzo.